Autore: Ferdinando Suvini

Specificità della musicoterapia improvvisativa pt4

Il bambino con autismo mostra un maggior interesse per la musica delle parole rispetto al linguaggio verbale degli adulti. In essi sembra emergere una sorta di dissociazione tra prosodia e linguaggio, che è stata anche documentata dalla differenza nel processamento di stimoli uditivi quasi-verbali in soggetti con autismo attraverso tecniche di neuroimaging (Lai et al. […]

Musicoterapia improvvisativa e autismo pt3

Il disturbo autistico può essere pensato come un difetto della organizzazione delle strutture cerebrali chesottostanno allo sviluppo delle competenze inter-soggettive (Muratori e Maestro, 2007). Diverse ricerchesulle epoche più precoci della vita dei bambini con autismo condotte mediante lo studio dei filmatifamiliari dimostrano che i deficit inter-soggettivi sono tra i primi a manifestarsi; inoltre molti trattamentihanno […]

La Musicoterapia Improvvisativa pt2

La musicoterapia improvvisativa si basa sull’utilizzo di una produzione sonoro-musicale non strutturata che emerge in modo interattivo durante la seduta stessa (Alvin, 1981; Bruscia, 1987, Wigram, 2004); a partire da questa interazione musicale tra paziente e terapeuta, è possibile sperimentare momenti di sintonia e di condivisione relazionale che possono svolgere un ruolo potenzialmente terapeutico per […]

Musica e Relazione – pt1

Una delle definizioni più note di musicoterapia afferma che “la musicoterapia è un processo sistematico di intervento nel quale il musicoterapeuta aiuta il paziente a migliorare il proprio stato di salute, utilizzando le esperienze musicali e le relazioni come forze di cambiamento” (Bruscia, 1987).La suddetta definizione musicoterapica presenta i due elementi centrali dell’intervento musicoterapeutico, l’esperienza […]

Torna su